Non vergognarti, davvero, di scegliere come impresa di onoranze funebri Outlet del Funerale. Ci sono cose peggiori nella vita…

VERGOGNA - OUTLET DEL FUNERALE

Non sappiamo se le persone che si vergognano vivono meno anni delle altre o se finisco vittime di particolari patologie, ma sicuramente vivono peggio. Non vogliamo nemmeno soffermarci su cosa sia la vergogna né spiegare come e perché si manifesta, dato che non siamo esperti di psicologia bensì specializzati nell’organizzare funerali con cremazione, con inumazione o con tumulazione.

Ci teniamo però a soffermarci su una conversazione tenuta con due persone (una di Sesto San Giovanni e una di Cologno Monzese – Milano) che hanno esordito, dicendoci: «Ci vergogniamo ad affidarci alle pompe funebri Outlet del Funerale». Quando abbiamo chiesto loro il motivo di tutta questa vergogna, come se fossimo la cosa più brutta di questa terra, non hanno saputo dare una buona e sensata giustificazione, se non che la parola “outlet” venga associata a qualcosa di “a buon mercato” e che quindi li declassifichi a livello sociale…

Vi riportiamo il nostro confronto.

Noi: «Quindi non avete mai comprato un vestito in un outlet di abbigliamento? E le cialde negli outlet del caffè? O fatto acquisti nei più disparati outlet, che vendono dai divani, ai carburanti fino ai dolci e chi più ne ha più ne metta?».

Loro: «Certo, anche spesso, ma è una cosa diversa: qui si parla di defunti e funerali…».

Noi: «Okey, volete dunque dirci che passate tutta la vita a cercare di acquistare prodotti e servizi di qualità attraverso le occasioni che solo un outlet può offrirvi, ma se muore uno zio, un cugino o una sorella o un fratello scegliete la bassa qualità di alcune imprese funebri low cost ma con un nome standard o le pompe funebri che vendono un funerale al triplo o al quadruplo del nostro costo?».

Loro: «Mmm…».

Noi: «Converrete con noi che a prescindere dal nome, se un’impresa di pompe funebri lavora bene, dispone di personale come valletti e direttore tecnico formato, non vi confonde le idee nella fase di redazione del preventivo di un funerale per poi aumentarvi i costi al momento del saldo finale, si occupa di tutte le fasi, dalla vestizione della salma fino al carro funebre, merita la vostra considerazione. O quantomeno non la vostra “vergogna”. Sbagliamo?».

Loro: «In effetti, non vi sbagliate».

Noi: «Se noi non ci sbagliamo, allora chi è che si sbaglia? Magari voi che avete bollato come scadente la nostra impresa di onoranze funebri, senza conoscerla e senza sapere che svolgiamo almeno 600 funerali all’anno? Il punteggio emesso dalla nostra clientela, che ha usufruito di un funerale con cremazione, di un funerale con inumazione o di un funerale con tumulazione, rasenta l’eccellenza (4,8 su 5), tanto che Feedaty, ente terzo incaricato di raccogliere le opinioni, ci ha tributato il suo sigillo gold quale massimo riconoscimento per la nostra lodevole attività. E adesso che dite? Non vergognatevi a prescindere. Vi abbiamo appena dimostrato che non serve. E non abbiate paura della parola “outlet” perché è sinonimo di qualità. Da parte nostra possiamo giurarvi che avremo cura del vostro caro come fosse un nostro parente. Il resto sono solo blocchi mentali inutili. Noi siamo Outlet del Funerale e di ciò ne andiamo orgogliosi».