Outlet del Funerale e i cartelli strappati a Sesto San Giovanni: «Che continuino pure a strappare manifesti. Noi li rimetteremo. Ormai lo sanno»

Nuovo manifesto strappato a Sesto San Giovanni - Milano

Manifesti dell’Outlet del Funerale, escalation di squarci e lacerazioni. I cartacei promozionali della nostra impresa funebre – precisiamo regolarmente pagati -, affissi a Sesto San Giovanni, sono stati di nuovo rovinati.

Strappatori incalliti, senza probabilmente obiettivi da perseguire nella quotidianità, si accaniscono sulle nostre valide bacheche, lacerando carta a più non posso. Tutto per oscurare i prezzi e i vantaggi che solo Outlet del Funerale riesce a fare per i suoi clienti. È da dicembre, infatti, che in diverse zone della cittadina in provincia di Milano, in particolare presso il quartiere Pelucca, il centro Multimedica e all’angolo di via General Cantore, si ravvisano rimozioni.

Parziali o totali, questi strappi impediscono al messaggio di giungere correttamente alla nostra clientela o a persone in lutto in cerca di un’onoranza funebre seria, corretta, discreta, in grado di organizzare funerali (con cremazione o tumulazione o inumazione) che possano lasciare un bel ricordo. E senza speculazioni sul caro estinto e sul dolore che la sua morte provoca nel nucleo familiare.

Comunque, a noi cambia poco: che continuino pure a strappare le nostre promozioni di servizi funebri. Per ogni manifesto lacerato ne metteremo un altro. Nell’immediato. E senza problemi. Ormai lo sanno.