Come prevenire la morte bianca neonati

Con il termine morte bianca si indica l’improvvisa morte nel sonno dei neonati.

Ancora oggi le cause di questa improvvisa morte non sono state chiarite.

La SIDS ( Sudden Infant Death Syndrome ) conosciuta da tutti come morte bianca, si verifica quando un neonato muore improvvisamente nel sonno per cause sconosciute.

La morte bianca di un neonato si verifica di solito nel primo anno di vita e colpisce maggiormente i maschietti tra il secondo e il quarto mese di vita.

Tantissimi medici e specialisti hanno studiato questi casi di morte improvvisa nel sonno del neonato e cercato di individuarne le cause. Molti credono che nella maggior parte dei casi, il problema sia un difetto nel controllo involontario del respiro durante il sonno, ma ad oggi non è ancora possibile verificare questa anomalia in alcuna visita.

Tuttavia, esistono degli accorgimenti per prevenire la morte bianca nei neonati. Prima di tutto, bisogna assicurare al proprio bambino un sonno sicuro, i neonati devono dormire supini e devo assolutamente evitare di addormentarsi a pancia in giù o sul fianco. È sempre consigliabile evitare di far dormire il proprio bambino nel lettone, soprattutto se fumate. Una normale culla con un materasso rigido e senza cuscino, collocata nella vostra stanza, rappresenta l’ambiente ideale per far riposare il vostro bambino.

Assicuratevi che la temperatura della camera sia adatta, non deve essere troppo calda e neanche troppo fredda. Purtroppo non è sempre semplice capire se i nostri bambini hanno freddo o caldo, toccate il collo per capirlo. Evitate coperte e vestiti troppo pesanti.

Uno dei maggiori pericoli per i vostri bambini è il fumo, evitate di fumare prima, durante e dopo la gravidanza, fa male a voi e a chi vi circonda. State molto attenti all’alimentazione del primo anno, cercate soprattutto di assicurarvi che il vostro bimbo abbia digerito prima di metterlo a riposare.

Purtroppo anche dopo tutti gli esami post-mortem è difficile risalire alle cause di morte nella maggior parte dei casi di morte bianca. Gli specialisti consigliano di monitorare il sonno del bambino qualora si notino anomalie nel sonno e nella respirazione.

Sabrina Piantadosi