Principali malattie da contrarre in viaggio Europa orientale

Quali rischi si corrono di contrarre malattie durante un viaggio in Europa orientale.

Se si osservano con attenzione le norme igieniche eviterete di rovinarvi le vacanze da tempo sognate.

State programmando un viaggio in Europa orientale, ma non aveta la più pallida idea dei rischi che potreste andare incontro per quanto riguarda la salute. Onde evitare di rovinare una vacanza sognata da tempo contraendo una delle malattie più diffuse del luogo, basta seguire alcune regole fondamentali di prevenzione e igiene, e le vostre paure non avranno più ragione di esistere. Anche in Europa orientale come nella maggior parte dei Paesi del mondo, il rischio più grosso deriva dalla diarrea del viaggiatore. Questa sindrome associata ad acque ed alimenti contaminati, si manifesta durante o a fine viaggio con diarrea e forti dolori gastrointestinali che possono essere accompagnati anche da vomito e febbre.

Bisogna fare molta attenzione a quello che si ingerisce. La contaminazione di cibo e acqua è strettamente collegata alle condizioni igieniche del luogo.Anche in alcune acque litorali prolificano microrganismi patogeni portati da persone o animali che possono infettare l’uomo per ingestione, inalazione o semplice contatto. Oltre a provocare dissenteria, spesso sono causa di malattia respiratoria acuta, accompagnata da infezione dell’orecchio e da febbre. Attenzione anche alle acque dolci, dove si insidia il pericolo della lectospirosi che può essere trasmessa all’uomo attraverso il contatto della cute o delle mucose con l’urina di roditori. In Europa orientale è anche molto diffuso il virus dell’epatite A e B. Per il primo bisogna fare attenzione a ciò che si ingerisce, per l’epatite B il contatto avviene via trasmissione sessuale o ematica.

 

Rossella Biasion