Mancanza di lavoratori motivati, seri, puntuali, anche nel mondo funebre

lavoratori

È sempre più difficile trovare lavoratori, anche nel mondo funebre. Ci allineiamo alle molte personalità di spicco che si sono espresse apertamente sul tema, dichiarando la propria difficoltà, in veste di imprenditori, a trovare persone motivate, entusiaste, disposte a imparare e a rispettare giorni e orari di lavoro.

Non vogliamo condannare in modo generico i giovani, ma portare la nostra esperienza e riflettere su un tema caldo che affligge ormai molte aziende italiane: mancano lavoratori che vogliano mettersi in gioco, impegnarsi in modo costante e diventare qualificati.

Perché non si trovano lavoratori?

Le persone (non solo i giovani) sono sempre meno disposte a sacrificare il proprio tempo sul luogo di lavoro. Complice sicuramente la pandemia, che ha costretto tutti a fermarsi e a riscoprire tempi lenti, da trascorrere divisi tra hobby e famiglia, si nota una certa ritrosia nell’accettare qualsiasi tipo di lavoro. Ovviamente a pagarne maggiormente le conseguenze sono quelle imprese che offrono lavori ritenuti più particolari, con orari meno standard e mansioni più complesse. Tra tutti, il ramo della ristorazione è tra i più sofferenti.

Mancano spirito di sacrificio, entusiasmo e umiltà, molle essenziali per lo slancio nel mondo del lavoro. Insieme alla non accettazione di certe condizioni lavorative, sembra essere svanito il desiderio di apprendere e anche di avere una propria indipendenza rispetto alla propria famiglia di origine. In poche parole sembrano andati persi i sogni individuali e la volontà di costruire un proprio futuro.

La nostra esperienza sul personale in Outlet del Funerale

Quello che abbiamo riscontrato noi in Outlet del Funerale, naturalmente generalizzando, è che tra le nuove leve ci sia ormai una certa tendenza  ad accettare impieghi per tempi brevi, cioè senza la reale convinzione di voler apprendere e rimanere per un tempo duraturo nella stessa azienda. E questo approccio, di temporaneità, fa sì che i neo assunti non siano motivati a dimostrare di valere, anzi si preoccupino di fare il meno possibile, per meno tempo possibile. Quando ci troviamo di fronte a lavoratori poco seri, ritardatari, demotivati, è difficile pensare di scommettere su di loro e sulla loro crescita.

Ovviamente ci rendiamo conto che il settore funebre non sia per tutti e non pretendiamo che sia per tutti, ma vorremmo riscontrare nel prossimo la stessa trasparenza che applichiamo noi nelle relazioni e in tutti i rapporti umani. Chi non se la sente a entrare nel nostro team potrebbe lasciare il proprio posto a qualcun altro che ricerca veramente un’occupazione, senza farci perdere tempo con la formazione e creando disagi al nostro operato che, ricordiamo, deve garantire servizi puntuali ed efficienti h24.

Accettiamo con piacere candidature di lavoratori convinti

Noi non ci arrendiamo e continueremo a ricercare persone appassionate, soddisfatte, che vogliano veramente applicarsi e misurarsi con nuove mansioni, assicurando la propria serietà e il rispetto di regole e orari, e che possano fare la differenza in un’impresa funebre come la nostra, che si distingue positivamente anche per la professionalità dei lavoratori che ne fanno parte. Anzi rivolgiamo un invito a chi ci legge: coloro che si reputano volenterosi e disposti a imparare un lavoro possono mandare il proprio curriculum ai nostri contatti.