Vendola pensione anticipata a 57 anni: vitalizio di 5000 euro mensili

@BabyVendola, così lo definisce Beppe Grillo.

C’è chi campa con 600 € e chi con 6000. Come arrivare a fine mese?

Sembra che il nostro caro Presidente del Consiglio ne sappia una più del diavolo. L’ultima notizia, che ha lasciato spiazzata più o meno tutta l’Italia, riguarda la riforma delle pensioni. L’intenzione è quella di dare vita ad una riforma per abbassare quel famoso limite d’età oltre il quale è possibile richiedere il pensionamento. Sembra una buona notizia, soprattutto perchè lo scopo primario è di favorire l’inserimento dei giovani nel mondo lavorativo e dare finalmente un calcio al turnover. Ma tante parole e pochi fatti!

Quasi in concomitanza di questi rumors in merito alla riforma pensionistica, uno scoop (questa volta non tanto lieto) che ha fatto arrabbiare molti italiani. La notizia è stata diffusa anche da molte emittenti radiofoniche aprendo una sorta di dibattito tra gli ascoltatori.

Sembra, infatti, che uno dei nostri politici o aspirante tale sia riuscito ad anticipare i tempi.

Mentre alcuni si calano gli anni per sembrare più giovani, l’ex governatore della Regione Puglia Nichi Vendola ha fatto il contrario. A soli 57 anni è in pensione. E non con una semplice pensione da 600€ come quella che percepisce la maggior parte degli italiani, ma con ben 6.000 euro lordi al mese!

Al di là della notizia in sé, che fa già scalpore, c’è altro da sapere. Prima di lasciare il “trono” Nichi Vendola aveva abolito questo vitalizio per tutti i consiglieri tranne per quelli che al 2013 erano allora in carica. Ma non è finita qui. Oltre al vitalizio di ex governatore, Nichi Vendola percepisce anche quello di ex deputato. Insomma il caso è clamoroso. Una mosca bianca!

Molti dei comuni mortali non solo non potranno accede alla pensione a 57 anni ma non saranno neanche sicuri di arrivare a 6000€ all’anno come indennità. In molti casi, infatti, le pensioni arrivano a malapena a 500€ al mese! Si tratta di un vero e proprio controsenso. Un Paperon de Paperoni che però in molti casi si era presentato come un Robin Hood! In più di un caso, infatti, si era scagliato contro i “super ricchi”. Ma sono passati solo due anni da quando si parlava del suo odio atavico contro i ricconi che con delicatezza mandava a “quel paese”! Adesso sembra proprio che si trovi dall’altro lato della barricata. Fu Robin Hood, ora ruba ai poveri per dare a sé!

Enrica Marrelli