Uomo uccide un amico: era uno zombie

Si immedesima in The Walking Dead e picchia a morte il suo amico “zombie”.

 Christopher Paquin ucciso prima che si trasformasse in zombie.

 Può una serie televisiva suggestionare al punto di far commettere un omicidio? A quanto pare sì. E’ ciò che è accaduto ad un ragazzo di 23 anni, Damon Perry, residente in una cittadina del Nuovo Messico, Grants. I due amici e coetanei Paquin e Perry trascorrono la serata a bere alcool mentre guardano gli episodi della nota serie tv The Walking Dead in cui a seguito di un virus i morti si risvegliano e aggrediscono i vivi per cibarsene. Secondo la testimonianza rilasciata da Damon Perry ad un certo punto Christopher Paquin si stava trasformando in zombie e ha tentato di morderlo; preso dal panico il 23enne ha iniziato a colpirlo con tutto ciò che gli è capitato tra le mani: prima l’ha percosso con una chitarra poi con un forno a microonde, e infine lo ha ucciso infliggendogli diverse coltellate. Quando gli ufficiali sono arrivati a Grants nel complesso residenziale in cui era avvenuto l’omicidio, hanno trovato il ragazzo intento a brandire il coltello contro due addetti alla manutenzione, fortunatamente rimasti illesi. Purtroppo non è servito a nulla l’intervento dei soccorsi, che hanno dichiarato morto il ragazzo poco dopo il loro arrivo nell’appartamento. Perry è stato arrestato con l’accusa di omicidio ed è stato condotto presso il carcere di Cibola in attesa di giudizio. Bisognerà ora attendere le perizie per fare luce sulle dinamiche che hanno portato il giovane a commettere l’omicidio dell’amico.

Samanta Baldi