Uccide la moglie e tenta di togliersi la vita

Canelli, ennesimo caso di femminicidio

A causa di un furioso litigio colpisce la moglie con nove coltellate poi tenta di uccidersi

Si è consumato davanti alla stazione di Canelli nell’Astigiano il delitto che vede coinvolta Barbara Natale, una donna di 44 anni che da poco tempo si era trasferita a casa di un amica dopo essersi separata temporaneamente dal marito.

Ed è proprio il marito Luigi Caramello di 47 anni, residente a Santo Stefano, che ha compiuto il folle gesto e sabato mattina, nei pressi della stazione dopo aver violentemente discusso con la donna, ha afferrato un coltello e l’ha colpita per ben nove volte sotto gli occhi attoniti del cane, un dalmata che stava passeggiando con la sua padrona.

L’uomo, dopo aver compiuto l’omicidio, è scappato a bordo di auto rossa, probabilmente una Fiat Punto, di proprietà di un amico dal quale se l’era fatta prestare e, giunto in prossimità di Mombarruzzo, ha nascosto il mezzo e si è recato in mezzo ai campi con l’intenzione di togliersi la vita tagliandosi le vene. I carabinieri l’hanno trovato nella suddetta località, con i polsi tagliati e hanno prontamente chiamato i soccorsi per trasportare l’uomo al più vicino ospedale.

Un altro episodio di violenza contro le donne dove una giovane innocente ha perso la vita a causa della follia di un uomo incapace di gestire una collera troppo forte. Alla donna resta l’amore del suo amico a quattro zampe che è rimasto a vegliare il suo corpo sino all’arrivo dei carabinieri.

Federica Ottone