Uccide l’ex compagno, non poteva vivere senza di lui

Uccide l’ex compagno a coltellate

Donna uccide l’ex compagno:”Non potevo stare senza di lui”

Una donna di 37 anni ha ucciso l’ex compagno perché non riusciva ad accettare la fine della loro storia. Il fatto, accaduto a Marigliano in provincia di Napoli, ha sorpreso il vicinato della coppia che costretto dai rumori insoliti di una forte lite ha chiamato le forze dell’ordine, accorse per evitare il peggio. Purtroppo, secondo quanto è stato riportato successivamente, la polizia è giunta sul posto troppo tardi e ha trovato non solo il sergente maggiore dell’Aeronautica Mariano Cannava morto, ucciso con delle violente coltellate, ma anche l’assassina, sua convivente da tempo, che disperata per il gesto che aveva appena compiuto ha tentato di togliersi la vita tagliandosi le vene dei polsi. Una situazione davvero disperata dovuta soprattutto alla separazione, il sergente aveva infatti deciso di porre fine alla sua storia con Anna Cozzolino, questo il nome della signora incriminata. Anna a quanto pare non ha sopportato l’abbandono e piuttosto che lasciare andare l’uomo che fino a poco tempo prima diceva di amarla ha impugnato il coltello e lo ha aggredito. Presa coscienza del gesto insano, la signora Cozzolino ha tentato il suicidio, forse per seguire il suo amore nell’aldilà, tentativo vano visto che i soccorsi sono arrivati in tempo per farla vivere nella colpa e nell’impossibilità di tornare indietro. Ora la donna è ricoverata all’ospedale di Nola, secondo i primi accertamenti è in stato confusionale ma è fuori pericolo, dovrà rispondere dell’omicidio del compagno anche se per il momento non ha rivelato alcun dettaglio su quello che è successo. Certo è che la disperazione sempre più spesso si rivela elemento che fa scattare raptus omicidi improvvisi e porta a gesti insani e violenti, soprattutto all’interno dei rapporti di coppia o familiari.