Troppo grassa, non riesce a suicidarsi

Donna disperata non riesce a suicidarsi perché troppo grassa.

In un momento di particolare depressione si è lanciata in un pozzo, ma a causa del sovrappeso non è riuscita a raggiungere la fine incastrandosi dopo solo due metri.

Aveva deciso di togliersi la vita, ma non è riuscita a causa del suo sovrappeso. L’essere grassa in questo caso è stata davvero la sua salvezza. Il dramma fortunatamente a lieto fine si è consumato nella provincia di Shandong in Cina. Protagonista una donna residente a Jiehe così disperata da tentare il suicidio. Da tempo infatti aveva degli oppressivi sensi di colpa perché si sentiva responsabile del deterioramento di una vasta coltivazione di patate di proprietà della famiglia. Ben 2700 metri quadrati che secondo la sua convinzione non avrebbe curato a dovere. Un macigno molto pesante da sopportare per questa donna, che di giorno in giorno aumentava a dismisura tanto da farle prendere la decisione di farla finita e portare per sempre con sé quel fardello. Al momento non è dato sapere se avesse organizzato tutto oppure sia stato un gesto d’impeto in un momento di maggiore depressione. La cosa certa è che si è lanciata in un pozzo, ma non è riuscita ad arrivare fino in fondo perché è rimasta incastrata tra le pareti a causa del suo sovrappeso, rimanendo in bilico dopo un paio di metri dalla caduta. Una posizione così scomoda che alla fine l’ha costretta a chiedere aiuto. Qualcuno avrebbe fortunatamente sentito le sue grida dando immediatamente l’allarme. Sul posto sono intervenuti i soccorritori che hanno dovuto faticare non poco per disincastrarla dalle pareti del pozzo. Una volta raggiunta è stata imbracata e sollevata. Se l’è cavata con qualche graffio e tanto spavento che dovrebbe in futuro farla desistere da altri intenti suicidi.

Rossella Biasion