Torna da un funerale: trova figlio sbranato dal cane

Sono sempre più numerose le notizie di aggressioni da parte di cani domestici nei confronti di bambini.

In questo caso la vicenda si è conclusa tragicamente con la morte del bambino, che aveva solo 30 giorni, ritrovato dalla madre che aveva deciso di non portarlo con sé ad un funerale.

La giovane mamma britannica aveva deciso di non portare con sé il piccolo figlio di soli 30 giorni. Ha infatti deciso di affidare il bambino per qualche ora ad un amico di famiglia e di andare da sola. Durante la sua assenza, purtroppo, è scoppiata la tragedia. Il Bull Terrier di famiglia è riuscito ad avvicinarsi alla culla del neonato, che quindi si trovava da solo in quel momento, aggredendolo e procurandogli lesioni molto gravi in tutto il corpo.

Al ritorno a casa la madre si è trovata dinnanzi alla tragedia. Nonostante l’intervento dei paramedici prontamente chiamati dalla mamma non c’è stato nulla da fare per il bambino per il quale hanno potuto solo constatare il decesso. Il cane, attualmente, si trova in affidamento presso un veterinario. Rimane invece ancora poco chiara la posizione dell’amico al quale era stato affidato il bambino. Se, infatti, il cane è riuscito ad avvicinarsi alla culla e a colpire il bambino in quel modo, vuol dire che non c’era nessuno e che ha potuto agire in tutta libertà.

Sono per tale ragione in fase di accertamento le responsabilità dell’uomo.

Rachele Baglieri