Tenta di uccidere il coinquilino per le sue “scarpe maleodoranti”

Un indiano 47 enne è stato ferito dal coinquilino 19 enne.

La causa che ha scatenato  il litigio è stata la puzza proveniente dalle sue scarpe maleodoranti.

In un appartamento sito in via Livigno, a Milano, un indiano di 47 anni è stato accoltellato dal suo coinquilino di 19 anni filippino, dopo una violenta lite scoppiata per via della puzza delle scarpe del ragazzo.

Dalle ricostruzioni, è emerso che i due coinquilini hanno iniziato a litigare verso le 6.15, quando l’indiano avrebbe sgridato il giovane  appunto per la puzza proveniente dalle sue scarpe.

A questo punto il ragazzo filippino, ha tentato di uccidere il coinquilino dopo una lite sulle sue scarpe maleodoranti, colpendolo ripetutamente con un coltello da cucina.  Il coinquilino 47enne è stato poi trovato in terra in una pozza di sangue dai carabinieri del posto avvisati dai vicini di casa. Attualmente l’indiano che ha subito quattro arresti cardiaci, dopo esser stato più volte operato è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Niguarda di Milano. Il giovane filippino, che si era rifugiato nel solaio della casa milanese per cambiarsi gli abiti sporchi di sangue, si trova,  invece, in stato di arresto nel carcere di San Vittore con l’accusa di tentato omicidio.

Cettina La Fata