Sopravvissuta ad Auschwitz finito il gas

Sopravvissuta ad Auschwitz finito il gas.

Incredibile vicenda di una 101enne sopravvissuta ad Auschwitz perché era finito il gas.

Dopo essere scampata a ben tre campi di concentramento e alla camera a gas, nel giorno del suo 101 compleanno la donna rumena racconta la sua storia davvero straordinaria.

Avrebbe dovuto far parte delle vittime di Auschwitz, ma quando è arrivato il suo turno è finito il gas. Ha davvero dell’incredibile la storia di Klara Marcus, 101 anni, sopravvissuta alla barbarie naziste grazie a un imprevisto. “Oggi è il tuo giorno fortunato” le dissero le SS. Nel giorno del suo 101 compleanno, Klara ha raccontato al tedesco “Bild” in che modo è scampata alla morte, dopo essere stata deportata in ben tre campi di concentramento. Il giorno in cui le SS avevano deciso di ucciderla, Klara, originaria della Romania non era sola, con lei c’erano anche altre donne. E proprio quel fortunato giorno i nazisti avevano ucciso così tante persone da aver finito il gas. Quando è entrata nella camera dove avrebbe dovuto trovare la morte, Klara era ridotta a un ammasso di ossa e pesava 32 chili. Ma dopo l’annuncio di uno dei soldati a quel turno di condannate a morte sulla mancanza di gas, è riuscita a trovare la forza per scappare dal campo di concentramento e far ritorno in patria. Ad attenderla non c’erano più i suoi genitori. Nonostante il dolore e le sofferenze patite è riuscita a costruire una famiglia, ma non a dimenticare. Klara si sente una miracolata e ricorda ancora come fosse oggi il terribile periodo della Seconda Guerra Mondiale, con la sua deportazione prima al campo di concentramento di Dachau, poi a Ravensbruck e infine Auschwitz, dove avrebbe dovuto concludere tragicamente il suo destino. Ma così non è avvenuto. “Quel giorno Dio mi stava guardando” – ha ringraziato la donna.

Rossella Biasion