Sognare morti che si muovono, significato

Tutti sognano: i sogni durano qualche secondo, anche se sembrano durare molto di più.

Tutti si chiedono da sempre il significato dei sogni: Freud docet, il sogno più inquietante è sognare i morti che si muovono, che cantano o che ballano.

Sognare i morti non sempre è un presagio negativo, per quanto i sogni siano inquietanti o emotivamente distruttivi. Sognare dei morti che si muovono, però, ha chiaramente un significato negativo: i morti sono morti e in quanto tali è contro natura che si muovano, in sogno come nella realtà. Perciò se vi capita di sognare dei morti che si muovono il significato è uno, ma con due sfumature: sognare morti che si muovono vuol dire che nella vostra vita ci sarà a breve un impedimento improvviso. Le sfumature di tale significato sono una positiva e una negativa. Interpretando quindi questo sogno e il relativo significato negativamente si deduce che l’impedimento improvviso manderà all’aria i vostri piani e i progetti pensati e organizzati con tanto amore. La visione positiva della faccenda è che, magari, l’impedimento improvviso ostacolerà non voi, ma qualcuno che vuole nuocervi oppure vi eviterà un clamoroso e doloroso fallimento che avrebbe sicuramente dei risvolti catastrofici sulla vostra vita. Ad esempio l’impedimento improvviso potrebbe essere di lavoro e potrebbe impedirvi di partire per Ibiza con l’uomo avvenente che frequentate da un po’: inizialmente sarete deluse per la vacanza romantica andata in fumo, ma quando scoprirete che lui aveva intenzioni barbare o che –peggio- aveva intenzione di darvi buca per andare a Cuba con una brasiliana.. beh, ringrazierete i vostri sogni “premonitori”!

L’interpretazione dei sogni in linea di massima è oggettiva, ma esattamente come l’oroscopo diventa soggettiva quando entra in gioco la vostra personalità: se avete una visione positiva della vita allora l’avrete anche dei sogni, altrimenti no. Certo, questo a meno che il significato dei sogni non sia chiaro ed inequivocabile, a quel punto c’entra poco il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto!

Benedetta Talluto