Seregno, tentato suicidio: cade sul prato soffice

Seregno, tenta il suicidio da dieci metri d’altra, ma cade sul prato soffice.

Vivo per miracolo un 36enne che ha tentato di togliersi la vita lanciandosi dalla finestra di casa.

Ha cercato di suicidarsi lanciandosi dal balcone di casa, ma si è miracolosamente salvato. Se è ancora in vita, lo deve a quel prato molto soffice che ha attutito il colpo. Il fatto è accaduto i primi giorni di settembre a Seregno in provincia di Monza e Brianza. Protagonista del tentato suicidio un cittadino pakistano 36enne, domiciliato in una palazzina al quartiere Sant’Ambrogio, dove vive con alcuni connazionali. Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri intervenuti sul posto, lo straniero in un momento di particolare sconforto, si è lanciato nel vuoto dalla finestra già aperta. Un volo di ben dieci metri che avrebbe potuto essergli fatale. Nonostante l’altezza è però riuscito a salvarsi grazie a quel soffice manto erboso che ricopre il giardino condominiale. Ad allertare per primi i soccorritori del 118, sarebbero stati alcuni vicini di casa che avrebbero sentito un tonfo sordo provenire dal giardino. A terra un uomo riverso che si presentava in gravi condizioni, ma ancora vivo. Dopo alcuni minuti, sul posto sono intervenuti tempestivamente i sanitari del 118 e i carabinieri. Una volta stabilizzato sulla barella, i paramedici lo hanno caricato sull’ambulanza e si sono diretti a sirene spiegate al pronto soccorso dell’ospedale San Gerardo di Monza. Lo straniero è giunto al nosocomio monzese in gravi condizioni e in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. Dopo aver trascorso un breve periodo in rianimazione, il 36enne pakistano è stato trasferito in reparto dove trascorrerà un periodo di degenza.

Rossella Biasion