Principali malattie da contrarre in viaggio Turchia

Le principali malattie da contrarre che potrebbero rovinare un viaggio un Turchia.

Una delle cause per cui è facile ammalarsi in Turchia, è da ricercare nell’acqua e negli alimenti dove proliferano i batteri.

Quando si affronta un viaggio in Turchia il rischio maggiore di ammalarsi è causato dagli alimenti e dall’acqua. Non di rado chi si reca in questo Paese, viene colpito dalla diarrea del viaggiatore. Le cause sono proprio da ricercare nel cibo e nelle bevande dove proliferano batteri che attaccano l’intestino dell’uomo. Il risultato è un’infezione gastrointestinale che si manifesta spesso in forma acuta con dolori forti all’addome, dissenteria, nausea, vomito e in alcuni casi accompagnati anche da febbre. Solitamente il virus ha una durata che va dai tre ai cinque giorni. La formazione di batteri negli alimenti e nell’acqua sono dovuti alla scarsa igiene di alcuni luoghi che sono nella maggior parte dei casi nell’entroterra. Onde evitare di rovinare la vacanza con questo fastidioso malanno, è sconsigliabile bere acqua corrente e mangiare frutta e verdura con la buccia o cruda. Vi sono anche altre malattie che possono essere trasmesse tramite gli alimenti e la scarsa igiene. Tra queste le più diffuse sono l’epatite A le febbri tifoidi e la polio. Quando ci si trova in luoghi in condizioni igieniche non perfette, bisogna sempre curare più possibile l’igiene personale prima dei pasti. Massima precauzione anche nell’uso dei servizi igienici, evitando qualsiasi tipo di contagio. In Turchia esiste anche il rischio di trasmissione di malaria, fortunatamente solo nella forma benigna, nei mesi che vanno da aprile ad ottobre, limitatamente nelle zone sud-est del Paese e nelle areee di Cukurova e Amikova.

Rossella Biasion