Principali malattie da contrarre in viaggio Stati Uniti America

Malattie che si possono contrarre durante un viaggio negli Stati Uniti d’America.

Per entrare negli States non sono obbligatorie le vaccinazioni, ma se si va in luoghi particolari bisogna fare attenzione ad alcune malattie rare e infettive.

State pensando di fare un viaggio negli Stati Uniti d’America. In fase di organizzazione mettete anche in conto, previo consulto del vostro medico, una serie di vaccinazioni che pur non essendo obbligatorie per entrare negli States, potrebbero mettervi al riparo da alcune malattie. Una di queste è il vaccino contro la rabbia, consigliabile a chi ritiene di intrattenersi oltre un mese in uno degli Stati dove è diffusa. I maggiori rischi si corrono quando si è spesso all’aria aperta, si esplorano zone isolate o si viene a contatto con gli animali. Se invece il vostro viaggio è puramente di piacere e state mettendo anche in conto di avere rapporti sessuali con persone del luogo, è consigliabile sottoporsi al vaccino contro l’epatite B, malattia molto diffusa negli States. Fate anche molta attenzione alle malattie infettive rare o spesso sconosciute in altri luoghi del mondo. In tali infezioni, nella maggior parte dei casi il contagio avviene con punture di zecche o zanzare. Anche gli Stati Uniti d’America non sono immuni alla diarrea del viaggiatore che si manifesta con forti dolori gastrointestinali. Questo malanno può essere causato da diversi batteri e virus contenuti nell’acqua, nel latte non pastorizzato e negli alimenti. Evitate di bere acqua a meno che sia bollita. La frutta deve essere sempre sbucciata o consumata cotta, così come la verdura. Negli States, come anche nel resto del mondo, si può contrarre il virus dell’Aids. Oltre attraverso i rapporti sessuali, il virus si trasmette anche attraverso aghi o strumenti infetti, cure dentistiche e mediche, piercing e tatuaggi.

Rossella Biasion