Principali malattie da contrarre in viaggio Brasile

Viaggio in Brasile, alcune regole per evitare di contrarre malattie.

La malaria è una delle malattie più diffuse in Brasile, il contagio avviene tramite una specie particolare di zanzara.

Quando si sceglie di fare un viaggio in Brasile è necessario preventivare anche il rischio di poter contrarre qualche malattia infettiva. Per questo motivo è fondamentale seguire alcune semplici regole che metteranno al riparo da brutte sorprese. Onde evitare problemi di salute all’estero, bisogna metterci del buon senso in quello che si beve e si mangia. In Brasile è preferibile non bere acqua corrente seppur potabile. Il rischio è quello di prendersi un’infezione gastrointestinale conosciuta come la diarrea del viaggiatore che oltre a rovinare buona parte della vacanza, lascerà debilitati. Tra le malattie più diffuse in Brasile, le più gravi sono la malaria, la dengue e la febbre gialla, infezioni trasmesse dalle zanzare. La malaria è sicuramente quella più diffusa. Basta una puntura di un solo insetto portatore del parassita, per contrarre l’infezione. Questo tipo di zanzare agiscono prevalentemente dopo il tramonto fino alle prime luci dell’alba. I sintomi generali della malaria sono febbre, cefalea, brividi, tosse e dissenteria. La prevenzione si basa essenzialmente su due metodi: evitare le punture di zanzara e di altri insetti e sottoporsi a profilassi con farmaci antimalarici. Allo stato attuale non esistono vaccini contro la malaria. Anche la dengue viene trasmessa attraverso la puntura di zanzara. Il batterio si riproduce dentro cisterne d’acqua, barili, vasche contenitori e pneumatici abbandonati. I sintomi sono simili a quelli dell’influenza con febbre elevata, vomito, cefalea e dolori alle articolazioni. Anche per la dengue non esiste alcun vaccino.

 

Rossella Biasion