Partinico, insegue ladro e muore d’infarto

Muore d’infarto nel tentativo di acciuffare il ladro sorpreso nella sua abitazione.

Il fatto è accaduto a Partinico, la vittima è un ex imprenditore 65enne.

Ha perso la vita per difendere la sua proprietà. E’ accaduto a Partinico in provincia di Palermo. La vittima è Gaspare Corso, 65 anni, colpito da malore durante l’inseguimento di un ladro che si era intrufolato furtivamente nel suo appartamento di via Libertà. Una storia di coraggio finita in tragedia.

Mentre l’ex imprenditore era fuori, uno sconosciuto, dopo aver forzato una finestra, si è introdotto nell’abitazione. Una volta dentro, prima di cercare qualcosa di prezioso da arraffare, ha bloccato dall’interno la porta d’ingresso, metodo molto usato dai ladri per agire indisturbati. A mandare all’aria il suo piano, è stato l’arrivo imprevisto del padrone di casa che avrebbe cercato invano di entrare. Colto di sorpresa, il ladro ha tentato la fuga dalla finestra, ma i suoi movimenti non sono passati inosservati agli occhi del pensionato. Quando ha visto lo sconosciuto lanciarsi dalla finestra, senza pensarci un solo istante ha cercato di inseguirlo. Ma il suo gesto d’impeto gli è stato fatale. E’ riuscito a percorrere solo pochi metri, quando colto da fortissimi dolori al petto, si è accasciato a terra. Alcuni passanti presenti sul posto hanno allertato la centrale operativa del 118. Nonostante l’immediato intervento dei paramedici, le condizioni dell’ex imprenditore si sono ulteriormente aggravate. Inutile il trasporto immediato al Pronto soccorso, dove l’equipe medica ha potuto solo constatare il decesso per arresto cardiocircolatorio. Secondo i primi rilevamenti effettuati dai carabinieri della Stazionedi Partinico, il delinquente sarebbe fuggito senza rubare nulla.

 

Rossella Biasion