Operaio folgorato in un noto ristorante della capitale

L’uomo stava portando a termine dei lavori di manutenzione nel seminterrato del locale.

Era vicino ad una scatola elettrica con dei cavi scoperti, il dramma è stato inevitabile.

Un giovane operaio romeno di 30 anni stava effettuando dei lavori sulla rete elettrica nel seminterrato di un famoso ristorante del centro di Roma, in Piazza Navona. L’uomo è rimasto folgorato ed è morto sul colpo, sono stati inutili i tentativi di rianimazione da parte del personale del 118 intervenuto sul luogo dell’incidente. Il corpo del giovane romeno è stato trovato accanto ad una scatola elettrica con dei cavi scoperti.

L’episodio ha creato molto scompiglio nella capitale. Sul luogo sono accorsigli agenti della polizia scientifica, per condurre delle indagini e fare chiarezza sul fatto; il commissariato di Trevi, i vigili del fuoco e i tecnici dell’azienda elettrica Acea, per cui lavorava l’operaio trentenne.

Con le indagini delle forze dell’ordine si potranno scoprire le dinamiche del dramma, così da valutare se si sia trattata di una svista del giovane romeno o se si sia implicata anche l’azienda elettrica.

Gli incidenti sul lavoro aumentano ogni anno di più nonostante i grandi progressi in campo tecnico. I lavoratori dovrebbero rispettare le norme di sicurezza previste dalla legge per evitare drammi simili a quello accaduto nel seminterrato del noto ristorante di Piazza Navona.

Ginevra Orti Manara