Omicidio Maresco: ergastolo anche per l’altro complice, Gianluca Civardi

 Condannato il complice di Paolo Grassi

Finalmente giustizia per il professore strangolato nella sua abitazione

Si torna a parlare della violenta morte del professor Adriano Maresco, perché anche Gianluca Civardi, complice di Paolo Grassi, è stato, al pari di quest’ultimo, condannato all’ergastolo.

I due uomini, di 32 anni Grassi, di 31 Civardi, si introdussero a suo tempo nell’abitazione del docente universitario in pensione Adriano Maresco, in via Settembrini, e lo strangolarono, per poi abbandonarne il cadavere vicino alla stazione ferroviaria di Lodi. L’intenzione era quella – così semplice da rendere l’orrore dell’intera vicenda ancora più grande – di rubare la carta di credito di Maresco per usare il denaro di quest’ultimo. Era il 7 agosto dello scorso anno. Da allora, Paolo Grassi, avendo scelto la via processuale del rito abbreviato, è già stato condannato all’ergastolo. Per il suo complice, la stessa pena è stata data pochi giorni fa.

Che cosa, di preciso, pensassero di riuscire a fare i due assassini, o se davvero si fossero convinti di poter portare a termine i loro piani, non si sa. Di certo, il professor Maresco (del quale si ricorda sempre la curiosità che fu compagno di liceo di Silvio Berlusconi) è stato ucciso in modo barbaro e per ragioni troppo banali per poter essere anche solo in parte comprese.

Emanuele Ruggerone