Oggetti da arredamento creati con ossa

Ossa trasformate in mobili e complementi d’arredo.

In un futuro non molto lontano le nostre case potrebbero essere arredate con ossa di origine animale.

Spesso la realtà supera la fantasia. E’ proprio il caso di dirlo con la nuova moda ecosostenibile del momento: arredare la propria casa con le ossa. Anzi, pare che questa tendenza, stia trovando notevoli consensi tra le persone che del “green” ne hanno fatto uno stile di vita. Insomma, non sarebbe poi così tanto lontano un futuro, dove le nostre case potrebbero essere arredate con mobili e oggetti ecosostenibili, realizzati per circa l’80% con ossa di origine animale. Possiamo scommettere che molti stanno già arricciando il naso: trasformare l’appartamento in una sorta di laboratorio di anatomia non sarebbe certo il massimo della vita. Magari alcune di queste persone sono le stesse che esibiscono in casa con orgoglio, certi imponenti esemplari di gufi o teste di cervo imbalsamati, ereditati da padri, zii, nonni e bisnonni. Di fatto, se proprio si vuole puntualizzare, sempre di cadaveri si tratta. Il primo a crederci in questo arredamento molto particolare, che piace a progettisti e architetti d’interni, è il britannico Ama Darko William, studente di design. Dopo aver trovato alcune ossa di mucca, ha pensato di usarle per realizzare uno sgabello. E pare che risulti essere molto più robusto di quanto si possa immaginare. Lo studente ha ribattezzato l’opera “terza gamba” per la sua strana forma. Il sedile e la gamba centrale sono in ossa di mucca, le due rimanenti in metallo industriale. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: un’opera di art decòr domestico decisamente alternativa!

Rossella Biasion