Nuovi sviluppi sul delitto Meredith

Amanda Knox vuole tornare sulla tomba di Meredith.

La sorella di Meredith contro Amanda Knox.

Quello del delitto di Perugia è uno dei casi di cronaca più lunghi, complessi e dolorosi della storia di Italia. Da quel lontano 1° novembre 2007 in cui la studentessa inglese Meredith Kercher venne crudelmente assassinata si sono susseguite imputazioni, condanne, sentenze, scoop, dichiarazioni e sviluppi inattesi che hanno avuto come protagonista soprattutto lei, Amanda Knox, coinquilina ed amica della giovane Meredith. Ora, a così tanti anni di distanza, Amanda ha di nuovo attirato su di se i riflettori di tutto il mondo con una dichiarazione shock in cui ha affermato la voglia di pregare sulla tomba di Meredith. Secondo i tabloid americani, la giovane di Seattle avrebbe espresso più volte il desiderio di tornare sulla tomba di Meredith. Ma la famiglia della vittima ha dichiarato tutto il suo dissenso e la sua disapprovazione. Stephanie Kercher, sorella di Meredith, ha rilasciato in’intervista in cui ha chiesto che a sua sorella venga: “quantomeno sia lasciato il diritto di riposare in pace”. La famiglia della vittima ha espresso nuovamente il grande dolore dovuto soprattutto alla mancanza di una conclusione seria e definitiva del processo per cui unico colpevole condannato risulta essere Rudy Guede. Ma gli sviluppi in questa vicenda non finiscono qui. Circa una settimana fa, la Cassazione ha reso pubblici i motivi della sentenza parlando di “clamorosi errori nell’inchiesta”.

Federica Fatale