Neonata sepolta viva salvata da un passante

Neonata sepolta viva a Los Angeles: salvata dal pianto

Neonata trovata sepolta sotto i sassi: salvata da un passante che ne sentiva il pianto

Un altro episodio di cronaca quotidiana si è verificato in questi giorni a Los Angeles, un altro episodio che ha come vittima una bambina, per la precisione una neonata, trovata sepolta sotto sassi e detriti con ancora attaccato il cordone ombelicale. La piccola è stata messa in salvo da un passante che incredulo ha sentito il lamento e il pianto di una bambina, ma non riuscendo ad individuare il luogo esatto da cui proveniva ha chiamato i soccorsi che hanno trovato la neonata e l’hanno portata subito in ospedale, dove è stata immediatamente soccorsa. La bambina di appena due giorni ora sta bene anche se non si sa ancora niente sui genitori, sulla mamma. Intanto la polizia ha allertato la città per avere maggiori informazioni, dati importanti per riuscire a capire le origini della piccola. Comprendere il perché di un gesto così crudele è necessario soprattutto per individuarne il responsabile, che sia un estraneo o la mamma della piccola; la situazione va risolta nel più breve tempo possibile anche per comprendere meglio il futuro della bambina. Oltre tutto questo gesto di sotterrare la piccola è davvero ancora più insensato in una città come Los Angeles, che recentemente ha varato il programma “Baby safe surrender” che dà la possibilità alle mamme che non vogliono tenere il proprio piccolo di consegnarlo agli ospedali o ai vigili del fuoco entro 72 ore dalla nascita. Un programma molto apprezzato che funziona anche bene, visti i continui episodi di abbandono nei luoghi indicati. Evidentemente la paura e la disperazione di non potercela fare, non per se stessi ma per quel piccolo esserino appena venuto al mondo, porta a pensare che l’abbandono sia la scelta giusta, il che potrebbe anche essere vero ma sotterrarlo vuole proprio dire ucciderlo in poche ore: soluzione non solo drastica ma anche decisamente crudele.

Barbara Di Castro