Mumbai, morte 41 persone per liquore adulterato

Uccisi per un sorso di liquore avvelenato.

Morte 41 persone dopo aver ingerito un liquore adulterato. Cosa si nasconde dietro queste tragiche morti?

Sembrava una semplice bottiglia di liquore quella acquista nel negozio di Mumbai, eppure gli effetti di questa sostanza sono stati molto diversi da quelli che di solito causa l’alcool: ben 41 persone sono morte dopo un sorso del liquore acquistato nel negozio di Mumbai ed altre ad oggi versano in gravi condizioni.

I clienti del negozio, quelli ricoverati presso l’ospedale indiano, hanno affermato di aver acquistato del liquore nel negozio di Mumbai a prezzi molto vantaggiosi, molto più bassi del solito. È proprio questo il dettaglio ad aver fatto scattare i sospetti della polizia che ha avviato le indagini portando l’accusa di omicidio colposo per i tre proprietari del negozio. Questi ultimi si sono difesi dichiarando di vendere solo merce sottoposta al controllo del governo e quindi approvata. Di fatto il liquore acquistato nel negozio da 41 clienti li ha portati alla morte.

Come giustificare questa tremenda coincidenza? La polizia ha già analizzato il liquore della morte ed è in attesa delle analisi che sveleranno la causa della morte delle 41 persone. Si sospetta, inoltre, che dietro questo negozio ci sia in realtà un giro di alcool contraffatto. Se così fosse bisognerebbe mettersi subito in moto per evitare che la sostanza velenosa mieta altre vittime in India.

Enrica Marrelli