Milano, tenta il suicidio: si salva grazie ad un rovo

Un destino che ha dell’incredibile per il giovane che ha tentato il suicidio gettandosi dal ponte a ridosso della Valassina.

Milano, il giovane che ha tentato il suicidio gettandosi da un ponte, si salva grazie ad un rovo.

Avrebbe riportato solo una frattura alla gamba, tumefazioni ed escoriazioni varie su tutto il corpo il giovane che ha tentato il suicidio buttandosi dal ponte a ridosso della superstrada Valassina all’altezza del comune di Briosco.

Il ragazzo, non ancora trentenne, avrebbe raggiunto il luogo dove pensava di poter trovare la pace eterna e si è lanciato nel vuoto per oltre 20 metri. Il tentativo di porre fine alla propria esistenza, non è andato a buon fine. Un cespuglio di fitti rovi avrebbe, infatti, attutito la caduta e trattenuto per i rami il ragazzo.

Gli automobilisti che si trovavano sul luogo, accortisi della presenza del superstite, hanno provveduto a contattare le autorità competenti. Sul luogo sono intervenuti i carabinieri di Seregno, il 118, l’elisoccorso dell’ospedale di Niguarda di Milano, i vigili del fuoco, la protezione civile e la polizia locale di Briosco.

Recuperare il giovane ferito non si è rivelata un’impresa semplice, i vigili del fuoco hanno dovuto utilizzare l’autoscala della loro camionetta per calarsi oltre la rupe e portare il ragazzo in salvo. L’operazione è durata diverse ore provocando la chiusura della superstrada e causando così sino a 10 kilometri di coda.

Non desterebbe comunque preoccupazione lo stato di salute del ragazzo che, in evidente stato di shock, è stato prontamente trasportato all’ospedale di Niguarda.

Federica Ottone