Migrante muore cadendo da un volo British Airways

Clandestino precipita da un volo British Airways durante la fase di atterraggio.

Il migrante viaggiava nascosto nella stiva insieme ad un connazionale: il suo corpo è stato trovato sul tetto di un edificio.

Un passeggero clandestino, è morto dopo essere precipitato dal vano del carrello di un aereo della British Airway in fase di atterraggio. Il fatto è accaduto nei pressi dell’aeroporto di Heatrow, al termine di un volo partito da Johannesburg e percorso quasi 13mila chilometri. Lo straniero si era imbarcato clandestinamente insieme ad un connazionale, anche lui precipato nel vuoto e che attualmente versa in gravi condizioni.

Quello avvenuto recentemente a Londra è l’ennesimo viaggio della speranza finito in tragedia. Undici ore di volo, tanto è durato il viaggio dei due uomini che per sfuggire ai controlli, si erano nascosti nella stiva aggrappati al carrello di atterraggio del Boeing 747 delle British Airway. Incuranti delle condizioni estreme dovute all’alta quota, i due migranti, allo stremo delle forze, hanno tenuto duro fino a pochi minuti prima dell’atterraggio convinti di potercela fare. Ma qualcosa non ha funzionato.

Sull’incidente sta indagando Scotland Yard. Di certo è che il corpo di uno dei clandestini è stato trovato sul tetto di un’abitazione a Richmond, quartiere a sud di Londra. E’ andata meglio al compagno di volo, un uomo sui 25 – 30 anni, anche lui precipitato in fase di atterraggio e ritrovato dai soccorsi in gravi condizioni. Trasportato con urgenza all’ospedale più vicino, al momento la prognosi rimane riservata. Le indagini sono affidate a Scotland Yard, che in collaborazione con le autorità di Johannesburg, dovranno accertare la dinamica del fatto. Al momento resta sconosciuta l’identità del clandestino piombato nel vuoto.

 

Rossella Biasion