Livorno, uomo trovato impiccato in un bosco

Appello dell’arma dei Carabinieri per identificare il corpo

Ritrovamento di un cadavere appeso ad un albero presso la località Pianetti di Donoratico in provincia di Livorno.

I Carabinieri della Compagnia di Livorno hanno rinvenuto un uomo in un bosco impiccato ad un albero in località Pianetti di Donoratico.

Il ritrovamento del corpo è avvenuto il 3 dicembre scorso e solamente ora l’Arma ha trasmesso un comunicato con il quale rende noto specificatamente i dettagli dell’operazione con una descrizione analitica delle tracce e dei segni rinvenuti al fine di poterlo identificare con le sue generalità complete.

Si tratta di un uomo dell’apparente età di 30 –35 anni sul quale sono stati accertati due tatuaggi: il primo, sulla spalla destra ove è rappresentata la scritta Nelly, forse nome di fantasia o un nome di persona, con accanto delle carte da gioco, mentre il secondo sul braccio sinistro ove è raffigurato un decoro tribale. L’Arma dei Carabinieri ha ufficiosamente rivolto un appello per scoprire l’identità del corpo ritrovato, chissà magari inconsapevolmente per contribuire a far rintracciare ad un familiare il proprio caro disperso. La finalità dell’appello rivolto dai carabinieri è di poter ricavare elementi utili ed indispensabili proprio dalla peculiarità di quei tatuaggi, oltre che della maglia indossata, in quanto probabilmente qualcuno riconoscendoli possa contribuire a far risalire all’identità dell’uomo impiccato. Al momento del caso se ne sta occupando la procura della Repubblica di Livorno che con le indagini sta eseguendo comparazioni dattiloscopiche insieme all’esame, attraverso la banca dati, delle denunce delle persone scomparse. Ma il tempo trascorso, già circa nove giorni e nessuna segnalazione specifica non hanno consentito di raccogliere elementi utili per accertare in maniera incontrovertibile l’identità dell’uomo.

Cinzia Lipari