Lite tra vicini si trasforma in omicidio

Velletri: lite tra vicini si conclude con l’omicidio di un commercialista di 32 anni

Ferito all’addome con un’arma da taglio, non ci sarebbe stato più nulla da fare.

E’ finita in tragedia una lite tra vicini a Velletri in provincia di Roma. Nell’appartamento al quarto piano del palazzo dove la giovane vittima aveva lo studio di commercialista, l’uomo e due colleghi si sarebbero trattenuti oltre l’orario di lavoro arrecando fastidio ai vicini di casa. l.P., fornaio albanese che stava riposando insieme alla sua famiglia nell’appartamento accanto, si sarebbe alzato contrariato dirigendosi verso l’appartamento del vicino. E’ subito scoppiata una violenta lite tra lui e il commercialista culminata con l’accoltellamento del 32enne da parte del fornaio. Scattato immediatamente l’allarme, sono arrivati sul posto carabinieri e agenti di polizia che hanno liberato gli occupanti dell’ascensore rimasto bloccato all`altezza del secondo piano. Sono stati liberati due giovani di Velletri di 35 e 26 anni, mentre il terzo era riverso in una pozza di sangue. Soccorso dal personale del 118 e trasportato al pronto soccorso dell`ospedale civile di Velletri, non c’è stato nulla da fare per lui. Il fornaio albanese è stato bloccato a circa 500 metri dalla palazzina e dopo un lungo interrogatorio avrebbe ammesso le proprie responsabilità.