Giovane freddato a colpi di pistola in Via degli Orafi a Roma

Roma, pregiudicato freddato da due killer

Perde la vita soli 32 anni per una probabile regolazione di conti

Si chiamava Salvatore D’Agostino il giovane pregiudicato di 32 anni che avrebbe perso la vita verso le 12.00 nei pressi di Via degli Orafi, alla periferia di Roma nel quartiere Giardinetti a pochi metri dal Grande Raccordo Anulare.

Il giovane sarebbe stato avvicinato dai due killer a bordo di un scooter che, avvicinatosi alla macchina condotta dal ragazzo, gli avrebbero fatto intuire le loro intenzioni. D’Agostino, intuito l’obiettivo dei due malviventi, avrebbe abbandonato la propria autovettura in mezzo alla strada per poi scappare a piedi. A nulla è servita la fuga disperata del ragazzo che, raggiunto dai due in moto, lo avrebbero freddato a colpi di pistola colpendolo alla testa e al torace uccidendolo istantaneamente. Il movente potrebbe essere dovuto da una regolazione di conti, la vittima infatti aveva precedenti per spaccio di stupefacenti e frequentava la malavita della capitale.

Le indagini restano comunque al vaglio degli inquirenti e degli agenti del commissariato Casilino e della Squadra mobile, che stanno cercando di capire il movente e rintracciando i responsabili oltre che a ricostruire gli ultimi giorni di vita del ragazzo.

Federica Ottone