Frasi di condoglianze da non dire a una vedova

A un funerale evitate momenti imbarazzanti: ecco le frasi di condoglianze da non dire ad una vedova.

Capita più spesso di quanto si possa immaginare sbagliare le frasi di condoglianze, soprattutto se indirizzate ad una vedova.

Hai saputo proprio adesso che un tuo caro amico è deceduto all’improvviso, lasciando una moglie vedova in giovane età. A differenza del poverino che è morto, francamente lei non ti è stata mai molto simpatica. Sarà forse per quel carattere un po’ troppo altezzoso e al contempo da “prof. in cattedra” che te l’ha resa abbastanza odiosa. Ora però che lui non c’è più, a prescindere da quello che pensi su di lei, ti senti in dovere di farle le condoglianze, ma temi che guardandola in faccia, potresti dirle qualche frase davvero infelice.

Come puoi evitare allora di fare la figura della maleducata? Ecco alcune frasi assolutamente proibite da dire ad una vedova fresca di lutto. “Pover’uomo, almeno ha finito di soffrire a stare con una come te” “Non ti devi preoccupare per lui perché rispetto a dov’era prima, sta meglio sicuramente dov’è adesso”. “Dai non piangere, vedrai che presto ti ricongiungerai a lui”. “Congratulazioni per la morte di tuo marito”. “Dai, non sciupare il tuo bel viso con quelle lacrime di coccodrillo”. “Tranquilla che morto un papa se ne fa un altro”. “La morte di tuo marito mi ha colto proprio di sorpresa. Eppure ultimamente l’ho visto davvero in forma, faceva il gallo con tutte le impiegate”. “So che è un gran dispiacere, ma guarda il lato positivo: quello che è accaduto a lui, poteva capitare a te”. “Passato il dolore pensa a rifarti una vita. Ma tu credi che adesso lui non stia facendo lo stesso?”. “Chissà perché in una famiglia sono sempre i migliori ad andarsene”. “A parte il lutto, come va in famiglia?”

 

Rossella Biasion