Firenze, freddato con un colpo alla testa, ritrovato nel bagagliaio dell’auto

Ucciso e nascosto nel bagagliaio dell’auto

Il corpo di un 48enne scomparso è stato ritrovato nell’auto parcheggiata in uno spiazzo

Un omicidio che sa di regolamento di conti, di punizione, quello che vede coinvolto un 48 enne di Prato, ritrovato cadavere nel bagagliaio di un’utilitaria abbandonata in un parcheggio a pochi metri dalla super strada Firenze Pisa Livorno.

La moglie dell’uomo, del quale per il momento non sono state rese note le generalità, ha fatto appena in tempo a denunciare ai Carabinieri la scomparsa del coniuge, quando arriva la segnalazione. Un uomo ha notato che dal portellone del bagagliaio di un’auto sembra spuntare una mano. L’auto è parcheggiata presso la frazione di Ginestra Fiorentina, in uno spiazzo a breve distanza dalla Firenze Pisa Livorno.

Le forze dell’ordine sopraggiunte sul posto accertano che nell’auto si trova il cadavere del 48 enne scomparso e che la causa della morte è un colpo d’arma da fuoco con foro di ingresso all’altezza della tempia e foro di uscita in corrispondenza della nuca. Un’esecuzione, viene da pensare, con la quale si è posto fine alla vita di quest’uomo, noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti per spaccio.

Emanuele Ruggerone