Età media di vita in Germania

 Qual è la speranza di vita media in Germania?

Cos’è cambiato negli ultimi anni e cosa ha prodotto questo cambiamento?

Un bambino nato in Germania nel 2013, qualora le condizioni ambientali e tutti i dati rimanessero invariati, ha un’aspettativa media di vita di 80,6 anni di età circa. I dati sono stati prodotti dallo studioso Marcelo Duhalde che oltre a sottolineare come la vita in tutto il Vecchio Continente sia più longeva ha anche mostrato come sia cambiata la durata media della vita nei secoli: dal neolitico, quando l’età media era di 20 anni, via via passando per il Medioevo (30 anni) fino ad arrivare agli anni ’60 (56 anni) e al 2013 (71 anni).

Sicuramente l’aumento del numero di anziani nella popolazione e una diminuzione della mortalità sono fattori che contribuiscono all’aumento dell’età media di vita in Germania.

Inoltre le probabilità sono da ritenersi valevoli qualora si sia in buona salute e non vi sia alcuna malattia grave a minacciare la longevità. Altro elemento da non sottovalutare, e che può influire sulla durata della vita, è dato dalle trasformazioni delle peculiarità e delle tecniche del lavoro oltre che da caratteristiche territoriali quali il divario e contrasto tra le regioni dell’est e quelle dell’ovest, legato a ragioni storiche, politiche ed economiche.

Infine, dato certamente non trascurabile sull’incidenza dell’età media di vita in Germania, è la qualità della stessa: spostamenti veloci, verde in città, sanità pubblica funzionante, offerta culturale molto vasta, sono tutti fattori che fanno del Paese uno con la migliore qualità della vita in Europa.

E proprio per questo la Germania è l’unico Paese Europeo a presentare l’indice di vecchiaia più accentuato (158,4) nonostante una natalità molto bassa (9,2), la seconda dopo l’Italia.

 Rachele Baglieri