Cose che non sai sulla morte di Marilyn Monroe

Uno dei fatti di cronaca nera più seguiti: la morte di Marilyn Monroe.

Una donna ammirata e disprezzata quasi in egual misura.. sicuri di sapere tutto in merito?

È ormai di dominio pubblico che Marilyn non si sia suicidata, nonostante il governo americano l’abbia ribadito più e più volte. È chiaramente un omicidio con movente legato allo spionaggio: la donna era, infatti, a conoscenza di informazioni segrete sui colpi di stato e sulle manovre politiche di quel tempo, tutte cose apprese durante gli incontri intimi con i fratelli Kennedy. Teneva un diario che non aveva remore a mostrare ai suoi cosiddetti amici giornalisti: per questo si sa che era a conoscenza di tali informazioni segrete.

Proprio per le sue conoscenze inopportune aveva attirato l’attenzione della CIA, della mafia e dell’FBI, coinvolte probabilmente nel delitto. Altri dettagli che aumentano i dubbi sulla faccenda sono: la tempestività con cui la cameriera personale dell’attrice provvide a riordinare la camera dove avvenne l’omicidio, il telefono nella mano destra di Marilyn nonostante fosse mancina, la sparizione di prove fondamentali come il primo referto autoptico, l’autopsia svolta da un principiante in obitorio privato e, ciliegina sulla torta, il trasferimento – con precedente sollevamento dall’incarico – del poliziotto che stava indagando sul caso seguendo la pista dell’omicidio.

La verità non si saprà mai, probabilmente, vittima del delitto tanto quanto Marilyn Monroe.

Benedetta Talluto