Cosa fare quando si trova un cadavere

Cose da fare quando si trova un cadavere?

Stare calmi e non toccare nulla, soprattutto il corpo.

Rischiate di essere incriminati per manomissione di cadavere. Non fate foto pensando di pubblicarle o venderle, rischiate sanzioni penali in base a due sentenze, della Corte Costituzionale e della Cassazione. La prima (sentenza n. 293/2000) recita: “Il divieto di pubblicazioni a contenuto impressionante o raccapricciante non contrasta con la Costituzione perché è diretto a tutelare la dignità umana”. La sentenza n. 23356 dell’8 giugno 2001 dice invece “La pubblicazione di fotografie del cadavere della vittima di un omicidio può costituire reato se le immagini sono caratterizzate da particolari impressionanti e raccapriccianti, lesivi della dignità umana”.

Dal punto di vista igenico-sanitario un cadavere, specie se già in decomposizione, è un focolaio di infezioni, ulteriore ragione per evitare il più possibile ogni contatto, a meno che non abbiate sottomano guanti sterili o simili. Se per chiamare le forze dell’ordine dovete allontanarvi dalla zona del rinvenimento, per esempio siete in campagna o tra i monti, cercate di segnare il luogo dove si trova il corpo, così da favorire le operazioni di recupero. In ogni caso cercate di non entrare nella zona circostante il corpo: nei casi di omicidio è lì che si trovano indizi fondamentali, che se calpestati o distrutti possono compromettere le indagini e perlustrare la zona del crimine è compito dei professionisti.