Consorte riscuote pensione del marito morto per anni

Vedova riscuote per 8 anni la pensione del defunto marito.

Vedova truffatrice arrestata e condannata.

Per anni ha riscosso la pensione del marito morto, una vicenda che probabilmente è tutta italiana e che ancora una volta mette in ridicolo la pubblica amministrazione che inconsapevole e anche un po’ superficiale ha consegnato ripetutamente la pensione ad una signora senza effettuare ulteriori accertamenti. Il fatto è successo a Querceta dove i carabinieri hanno arrestato la donna 49enne che alla luce del sole senza troppe remore per 8 anni ha approfittato della buona fede dei funzionari postali che ripetutamente le chiedevano di aggiornare la posizione del marito a loro dire inconsapevoli della sua morte. Considerando che la località non è proprio una metropoli è davvero difficile da credere che nessuno del luogo conoscesse la disgrazia della donna, sicuramente messa a suo agio da tutto il contesto che mai le ha fatto più di tanto pressione. La signora Cosetta Lombardi ha sistematicamente ritirato le 340 euro della pensione del marito tutti i mesi da quando è defunto, sorridendo e ironizzando, tutto avveniva con la massima spontaneità senza troppi artifici o raggiri: come poteva la vedeva esimersi da questo compito se nessuna le faceva opposizione? Oggi la signora,colta in fragrante dalle forze dell’ordine , alla posta al ritiro dell’ennesima somma è stata arrestata, e cosa davvero divertente è che i carabinieri per effettuare il fermo hanno dovuto organizzare un servizio ad hoc. Chissà se era davvero necessario trattare la truffatrice come una malvivente eccessivamente pericolosa. Cosetta ha poi ottenuto il processo per direttissima e ha chiesto e ottenuto il patteggiamento: condannata ad un anno di reclusione ed ad una multa di 300 euro, che dire una cifra giusta e adeguata ai soldi che ha intascato per 8 anni: quanto fa 340 per 12 mesi per 8 anni?