Come non vestirsi ad un funerale

Abito e comportamento da non tenere ad un funerale.

Molti miti da sfatare sulla giusta mise da indossare per essere perfetti anche in una triste occasione.

In molti credono che basti vestirsi di nero per essere presentabili ad un funerale. Ma in realtà c’è tutta una serie di regole da rispettare, molte delle quali ignorate dalla massa.

Primo errore da evitare assolutamente: si parla di accessori. Se dovete partecipare al rito funebre di un amico o di un conoscente, la prima cosa da fare è evitare di agghindarsi. Una regola che molto spesso è ignorata, forse anche involontariamente! Sembra, infatti, che in occasioni del genere la maggior parte della gente colga l’occasione per indossare tutti i gioielli di cui è in possesso. Invece, il galateo indica proprio il contrario. Bisogna presentarsi in modo semplice, senza gioielli indosso.

Per quanto riguarda invece l’abbigliamento, la maggior parte delle gaffe sono compiute dalle donne. Va bene l’abito nero ma non deve essere né troppo corto né troppo scollato. Se poi si decide di far partecipare i bambini, si devono evitare assolutamente paillette e magliette spiritose. È necessario che anche loro abbiano un abbigliamento adeguato. Non si pretende l’abito scuro però meglio evitare gli eccessi. Altro consiglio, se il nero non vi dona o non vi piace indossarlo potete scegliere di indossare capi colorati. L’importante è che non siano colori sgargianti tipo giallo o verde. Sono accettati rosso scuro o blu chiaro. Out anche jeans chiari e strappati, sneakers o saldali troppo aperti.

Questi i consigli per l’abbigliamento, ma ci sono altri dettagli da rispettare: non arrivare in ritardo, spegnere il cellulare, non indossare gli occhiali da sole in chiesa (da ciò solo i parenti più stretti sono esonerati). Evitare poi di trasformare il funerale in una rimpatriata della famiglia.

Enrica Marrelli