Come è morto Michael Clark Duncan

La rianimazione della compagna è stata fondamentale per tenerlo in vita.

Chi di voi si ricorda il giovane attore di colore che interpretava il protagonista de “Il miglio verde”?

Beh diciamo quasi tutti no?

Grazie al noto film l’attore Michael Clark Duncan era diventato famoso per aver interpretato il gigante afroamericano Jhon Coffey, condannato a morte con l’accusa di aver ucciso due gemelline, ma nella realtà, nonostante le dicerie che lo accusavano di essere portatore di una malattia mentale, buono ed amichevole.

Duncan aveva iniziato la sua carriere a fianco dell’attore Will Smith che lo assunse, grazie alla sua stazza di 198 centimetri per 150 kg, come guardia del corpo. Smith poi decise di farlo recitare con una piccola parte nella serie tv Willy il principe di Bel- Air. Ma fu grazie all’attore Bruce Willis, che lo suggerì come protagonista ne “Il miglio verde” che l’attore divenne famoso e diede il via alla sua carriera.

Dopo numerose parti in altri film di rilievo, Duncan si spense all’età di 54 anni il 3 settembre 2012. L’uomo era stato infatti ricoverato il 13 luglio del 2012 a seguito di un infarto. La compagna Omarosa Manigault aveva tentato di rianimarlo con una manovra cardiorespiratoria che gli aveva consentito di rimanere in vita sino a quel tragico 3 settembre, quando a seguito di complicazioni, l’attore ha lasciato questo vita.

Federica Ottone