Come è morta Heather O’Rourke

Heather O’ Rourke, la bambina protagonista della trilogia di Poltergeist, è deceduta a soli 13 anni.

Tra i divi del cinema scomparsi prematuramente c’è anche Heather O’Rourke.

Gli adolescenti degli anni Ottanta (ma non solo) alla lettura della parola Poltergeist avranno sicuramente un brivido di paura e ancor di più lo avranno dopo aver letto della triste fine della bambina protagonista della trilogia, a soli tredici anni. Heather O’Rourke fu scelta casualmente dal produttore del film Steven Spielberg mentre si trovavano nella zona ristoro della Metro-Goldwyn-Mayer, e dopo aver sostenuto un provino fu scritturata per il ruolo della piccola Carol Anne Freeling. Grazie a questo incontro fortuito riuscì a raggiungere la fama mondiale e ad assicurarsi il ruolo di primo piano per tutti e tre i film. Sfortunatamente però durante le riprese del terzo capitolò le fu diagnosticata la malattia di Crohn (infiammazione cronica dell’intestino) e fu sottoposta a costanti cure mediche, riuscendo così a tenere sotto controllo il morbo e a terminare le riprese del film. Il 1 febbraio 1988 però fu portata d’urgenza all’ospedale dove le fu trovata un’occlusione intestinale, fu subito operata ma morì a causa di uno shock settico dovuto all’occlusione e alla conseguente sepsi. Venne a mancare un’attrice che per quanto fosse giovane avrebbe sicuramente avuto una carriera brillante davanti a sé, diventando parte della lunga schiera di divi del cinema scomparsi prematuramente. Il suo corpo è stato sepolto nel Sanctuary of Tenderness (Santuario della tenerezza) nel Village Memorial Park Cementery a Los Angeles, vicino ad altri divi tra cui il grande scrittore Truman Capote.

Samanta Baldi