Colin Farrell sospettato di tentato omicidio

Disavventura a lieto fine per Colin Farrell sospettato di omicidio.

A rivelarlo è lo stesso attore ospite del Jimmi Fallon Show. A salvarlo fu un amico con cui trascorse la sera del fattaccio …“a strafarsi di ecstasy”.

“Ho rischiato di finire in cella perché sospettato di tentato omicidio”. A rivelarlo è l’attore Colin Farrell, in una puntata del Jimmy Fallon Show, dove era stato invitato come ospite. Il 39enne attore irlandese, che impersona un poliziotto nella seconda stagione di “True Detective”, non finisce mai di stupire i suoi fan. La sua candida ammissione – avvenuta nel bel mezzo del gioco “Due verità e una bugia” – ha lasciato di stucco anche lo stesso conduttore del talk show, ma Farell non stava scherzando. Una storia che a distanza di vent’anni, nel ricordarla gli mette ancora inquietudine.

Tutto è finito per il meglio grazie alla testimonianza di un amico con cui proprio la sera del fattaccio si trovava dall’altra parte della città a “farsi di ectsasy”. Quel giorno Farrell, stava accompagnando la madre all’areoporto quando fu fermato e prelevato dalla polizia. In un primo momento non capiva cosa fosse successo. Furono gli stessi poliziotti a mostrargli il ritratto di un giovane che gli somigliava tantissimo, accusato di aver picchiato un uomo e di averlo abbandonato nel suo appartamento prima di dargli fuoco. Il ritratto del sospettato era così somigliante a lui che lo stesso Farrell ha pensato: “Sono nei guai”. L’interrogatorio durò sei ore, ma della serata incriminata non ricordava assolutamente nulla. Le cose avrebbero potuto finire davvero male, se in suo soccorso non fosse venuto un suo amico, aspirante scrittore, che portò come prova il diario dove raccontava la notte trascorsa con Farrell: “A strafarci di ecstasy”.

 

Rossella Biasion