Cimitero dov’è sepolto Padre Pio

La tomba di Padre Pio da Pietrelcina attrae ogni anno milioni di fedeli e visitatori.

Da cosa deriva l’immensa venerazione di Padre Pio e dove è sepolto?

Per oltre quarant’anni, il corpo di Padre Pio è stato sepolto nella cripta della Chiesa di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo. Nel 2008 la salma è stata trasferita nella Chiesa Nuova di San Pio. Quest’ultima costruzione fa parte del Santuario di Padre Pio, realizzato per accogliere i numerosi pellegrini in visita ogni anno e come luogo di esposizione degli oggetti della vita del Santo. Una struttura di ben 6.000 metri quadrati con un enorme sagrato nel quale si innalza maestosa una Croce di 40 metri, simbolo delle stigmate del frate. Nella parte sottostante, numerosi mosaici illustrano la vita di San Francesco da un lato e di Padre Pio dall’altro.

Francesco Forgione, questo il suo vero nome, si spense il 23 settembre del 1968 a causa di un infarto miocardico acuto. La sua fama deriva soprattutto dai miracoli attribuitigli. Uno dei primi tra i miracoli di Padre Pio, fu quello relativo ad una donna sfigurata in volto da un’esplosione improvvisa. Con l’intenzione di dare sollievo alle ferite subito dopo l’incidente, la donna accostò al suo volto un sacchetto di castagne che le aveva regalato proprio il famoso frate, ed immediatamente dal suo viso scomparvero dolore e ferite. Un’altra donna, il cui figlio era imbarcato come Ufficiale della Marina su una nave britannica, corse da Padre Pio in lacrime dopo aver appreso la notizia del naufragio della nave. Padre Pio la confortò, le disse che suo figlio era sopravvissuto, le diede un indirizzo e proprio lì lei ritrovò miracolosamente il figlio. E’ del 1925 uno dei più incredibili eventi avvenuti al cospetto del frate. Una donna scoprì che suo figlio appena nato era affetto da una grave malattia. Ritenuto senza speranza dai vari medici consultati, la donna decise di portare il figlio proprio da Padre Pio, ma durante il viaggio il piccolo morì. Lei ne nascose il corpo in una valigia, e arrivata di fronte al Santo gli raccontò quanto successo. Padre Pio, addoloratissimo, toccò il bambino e pregò intensamente. Immediatamente il corpo si rianimò.

Nonostante il grande scetticismo della scienza in relazione ai miracoli e alle stigmate di Francesco Forgione, il suo personaggio non ha smesso di infondere grande ammirazione. Fu un uomo molto buono e devoto, questo è certo, simbolo di una Chiesa umile e colma di valori. Solo il suo corpo fu sepolto, la sua anima vive ancora in milioni di uomini, invocata a gran voce in una preghiera eterna.

Fabiola Ernetti