Cimitero dove è sepolto Hitler

La morte di Adolf Hitler ha dato luogo ad una lunga serie di dibattiti e teorie complottistiche.

Come è morto davvero Hitler e dove è sepolto?

Secondo la versione ufficiale, il Führer si suicidò con un colpo di pistola nel suo Bunker il 30 Aprile 1945, assieme alla moglie Eva Braun che invece ingerì del cianuro. Egli diede disposizione di dare alle fiamme i suoi resti e quelli della sua consorte. Fu così che vennero trovati, carbonizzati e identificati grazie alle impronte dentali. Sembrerebbe che i resti dei due cadaveri siano stati seppelliti in diversi luoghi tenuti nascosti, fino al 1970, anno in cui si afferma che siano stati definitivamente cremati e le loro ceneri disperse nel fiume Biederitz, un affluente dell’Elba. Il ritrovamento di Hitler avvenne da parte dell’Unione Sovietica, che ne diede diverse versioni, molto probabilmente per ragioni politiche.

Numerose teorie complottistiche ruotarono per anni attorno alla morte del Führer. Molte di queste sostengono addirittura che Hitler non sia affatto morto il 30 aprile 1945, bensì fuggito in Argentina dove alcuni testimoni oculari affermano di averlo visto festeggiare uno dei suoi successivi compleanni, accompagnato sempre da Eva Braun. Altre teorie ci dicono che Hitler si sia semplicemente avvelenato, così come fece la moglie. Quel che è certo, è che il ritrovamento del corpo di un personaggio del calibro di Hitler, ovvero l’uomo che ha sconvolto il mondo, che si è preso gioco dei diritti umani e della vita delle persone, fu senz’altro un evento politico di immani proporzioni e il segreto che lo avvolge probabilmente non sarà mai rivelato.

Nel 2004 venne realizzata una pellicola dal titolo “La caduta – gli ultimi giorni di Hitler”, dove viene riportata la versione ufficiale della morte del Führer e di sua moglie. Anche numerosi altri documentari realizzati negli anni cercano di sostenere questa tesi come la più accreditata, mostrandone però anche quei particolari che porterebbero nello stesso tempo a dubitarne.

Ad Hitler non fu volutamente dato un luogo di riposo eterno, un cimitero per i suoi resti. Le sue emblematiche ultime parole: “Già da domani milioni di persone mi malediranno, ma è questo che ha voluto il destino.”, racchiudono in sé il significato “morale” della sua scomparsa. Il cimitero dove è sepolto Hitler è nel cuore e sulla pelle dei pochi sopravvissuti alla sua violenta follia, nelle coscienze di ogni uomo del mondo, in quel pezzo di Storia che fu la più triste per l’umanità.

Fabiola Ernetti