Certificato di morte internazionale, come si fa

Come e dove richiedere un certificato di morte internazionale

Certificato di morte internazionale: ecco tutte le info

Il certificato o atto di morte è un documento che viene redatto dall’ufficiale dello stato civile del comune ove è avvenuto il decesso di una persona. Nel certificato di morte sono indicati i dati anagrafici del defunto, la causa del decesso, il giorno, l’orario nonché il luogo dello stesso. Una volta rilasciato, il certificato di morte è valido su tutto il territorio nazionale e la sua valenza è illimitata nel tempo. Ma come si fa ad ottenere un certificato di morte internazionale? Il certificato di morte internazionale è un certificato plurilingue che viene redatto su un apposito modello e che può essere usato all’estero in tutti i paesi che, come l’Italia, hanno aderito alla Convenzione di Vienna del 1976. In questi paesi esteri, il certificato di morte internazionale può essere usato direttamente e non necessità né di traduzione né di legalizzazione. Per richiedere il certificato di morte internazionale bisogna compilare gli appositi moduli di richiesta presso l’Ufficio di Stato Civile. Alla richiesta va allegato anche un documento di riconoscimento del richiedente. Alcuni comuni, inoltre, consentono la possibilità di effettuare la richiesta direttamente online, per posta ordinaria o per fax. Il rilascio del certificato di morte, sia nazionale che internazionale, è gratuito, fatte salve eventuali spese di spedizione qualora si richiedesse l’invio del certificato presso il proprio domicilio.

Federica Fatale