Casi di reincarnazione nella Bibbia

 Esistono casi di reincarnazione nella Bibbia?

Bibbia Reincarnazione: è possibile?

Quello della reincarnazione è uno dei temi centrali nelle religioni sia orientali che occidentali. Anche nella Bibbia si affrontano spesso i temi della vita, della morte e della possibilità di reincarnazione. Ma esistono casi di reincarnazione nella Bibbia? In realtà, mentre le religioni orientali credono nella netta separazione tra l’anima ed il corpo per cui credono nella possibilità della reincarnazione, ossia credono e sostengono che l’anima una volta abbandonato un corpo ne possa permeare un altro sino a che non finirà il così detto “ciclo della vita”, nel cattolicesimo e nella Bibbia non si parla tanto di reincarnazione quanto piuttosto di resurrezione. Anche se i due concetti possono sembrare affini, esiste una profonda differenza tra i due: al contrario della reincarnazione, nella resurrezione non vi è divisione di corpo ed anima ma coincidenza tra i due. Quando, dunque, si parla di casi di reincarnazione nella Bibbia, sarebbe più corretto parlare di resurrezione, perché nella Bibbia un’anima non può mai incarnarsi in corpi diversi, ma corpo ed anima insieme possono resuscitare. Non a caso, nella Bibbia si dice esplicitamente: “È stabilito che gli uomini muoiano una sola volta, dopo di che viene il giudizio” (Ebr. 9,27). Vi sono alcuni Casi di reincarnazione, o meglio di resurrezione, nella Bibbia, tra cui il più noto è quello riferito a Giovanni il Battista. Parlando di Giovanni Battista, Gesù allude più volte al fatto che egli sia la “reincarnazione” del profeta Elia. In Matteo 17:10-13, Marco 9:11-13, Luca 9: 33, dice: Elia è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, l’hanno trattato come hanno voluto”.

Federica Fatale