Cane investito, il padrone cerca di salvarlo ma muore

New York: una commovente quanto drammatica storia di affetto tra cane e padrone.

Una storia commovente nella sua drammaticità. Un episodio che ha dell’incredibile e che suggella, seppur tragicamente, l’affetto di un uomo per il proprio cane.

Accade tutto in una notte, una triste notte che la moglie e la figlia dello statunitense Robert Strassel non dimenticheranno mai più. È ancora buio, infatti, quando Ellie, una splendida golden retriver, viene investita da un’auto lungo una strada di Niagara County, popolosa città nello stato di New York. Robert Strassel, padrone di Ellie, accortosi del terribile incidente si precipita fuori dall’appartamento per soccorrere la cagnolina. Le sue speranze di trovare ancora in vita la piccola Ellie svaniscono immediatamente: per lei non c’è infatti nulla da fare, l’impatto con il veicolo le è stato fatale. Davanti a sé Robert ha solo un corpo esanime. È immaginabile il dolore dell’uomo di fronte alla perdita di una vera e propria amica con la quale, come ha dichiarato dalla figlia Alyssa, amava trascorrere gran parte del suo tempo libero: “Per lui Ellie era la sua bambina”.

Nonostante ciò, superando l’angoscia che lo divora, Robert decide di darsi da fare, di agire: deve rimuovere dall’asfalto il cadavere della sua fedele compagna per darle una sepoltura dignitosa e soprattutto per evitare alla famiglia la macabra vista di quanto successo. Una decisione frutto dell’amore che lega cane e padrone, ma che gli risulterà fatale. Proprio mentre è intento a ripulire la strada, infatti, un’auto lo investe, condannandolo alla medesima tragica sorte di Ellie.

Alessio Palumbo