Cancro, scoperta molecola debella cellule malate

Passo avanti nella lotta contro il cancro: scoperta molecola che debella cellule malate.

E’ già stata ribattezza “bomba intelligente” la molecola scoperta dai ricercatori della casa farmaceutica Menarini in collaborazione con Oxford Biotherapeutics.

La chiamano “bomba intelligente” e porta la firma italiana una scoperta importantissima nella lotta contro il cancro. Si tratta di una molecola che una volta inglobata rilasciata nel tessuto malato una tossina. A sperimentare la “bomba intelligente” sono stati i ricercatori della casa farmaceutica Menarini, in stretta cooperazione con Oxford Biotherapeutics. Per spiegare meglio come funziona, basti pensare a un vero e proprio “anticorpo armato” che possiede la capacità di farsi agganciare e inglobare nella cellula malata. Una volta raggiunto l’obiettivo, questo anticorpo particolare rilascia una tossina che uccide il tessuto cancerogeno. In questo modo attrarrebbe furbescamente il male come se volesse farsi conquistare, per poi vincerlo e debellarlo. La scoperta può essere decisamente considerata un altro passo avanti nella lotta contro il tumore, causa di troppe morti ancora in tutto il mondo. I ricercatori italiani hanno già annunciato la data delle sperimentazioni che dovrebbero avere inizio intorno alla metà del 2016. “E’ una molecola dalla grande potenzialità – spiega Lucia Aleotti presidente della multinazionale – un anticorpo che è in grado di agire su più fronti antitumorali. Svilupparlo sarà come sviluppare più farmaci”. La nuova molecola ribattezzata “bomba intelligente” in realtà si chiama Men 1309. Secondo quanto è trapelato dagli studiosi che l’hanno scoperta, in laboratorio ha già dimostrato di essere davvero molto aggressiva e di combattere sia linfomi “Non Hodking”, sia tumori solidi.

Rossella Biasion