Bob Marley, anniversario della morte

Bob Marley, anniversario della morte.

11 maggio 1981 muore Bob Marley.

L’artista giamaicano Bob Marley, icona del genere reggae è morto l’11 maggio 1981 una data che ha segnato in modo determinato il futuro e i cambiamenti della musica internazionale riconoscendo all’artista defunto il merito d’aver dato voce e fama ad un tipo di musica fino a quel momento considerata di serie b, un suono particolare attribuito agli artisti di strada che grazie a Marley ha trovato il suo posto fra i grandi musicisti. Ricordiamo, inoltre, che un mese dopo la morte Bob fu insignito del Jamaican Order of Merit, e che nel 2001 venne inserito nella Hollywood Walk of Fame, mentre nel 2008 è stato posizionato dalla rivista Rolling Stone al 19° posto nella lista dei 100 migliori cantanti: tutti riconoscimenti meritati. I funerali di Marley si svolsero in Giamaica, il cantante venne sepolto in una cappella vicino alla sua casa di nascita, nella sua terra che tanta ispirazione e amore per la sua musica gli ha dato. La vita di Marley è stata anche segnata dalla sua passione per la politica, il giamaicano è stato anche un leader religioso e spirituale oltre che politico per questo nel 1978 gli fu conferita, a nome di 500 milioni di africani, la medaglia della pace dalle Nazioni Unite. La morte di Marley fu causata da un cancro al piede sinistro, una malattia che lo portò alla fine dei suoi giorni in un momento in cui i suoi successi stavano ottenendo un riconoscimento internazionale: 11 maggio del 1981 è la data che segna la scomparsa del re del raggae, una momento storico per gli appassionati del genere ma anche per gli addetti ai lavori della musica che individuano nella morte di Marley la nascita ufficiale di un genere fino a quel momento sottovalutato e oggi considerato base e sostegno di moltissimi brani.