Trattenere i propri bisogni fisiologici potrebbe portare alla morte

Nuove ricerche sottolineano l’importanza di ascoltare i bisogni fisiologici del corpo.

Trattenere le feci, un’ abitudine molto pericolosa per il nostro organismo, perchè non ne rispetta i bisogni.

Quanti di noi hanno difficoltà ad andare di corpo e soffrono un po’ di stitichezza? Il numero è abbastanza alto! Se poi, oltre al non riuscire ad andare in bagno, ci mettiamo anche il fatto che il “momento buono” arriva sempre nel momento sbagliato, e cioè quando ci troviamo in giro a fare compere o mentre siamo in ufficio, la cosa si fa ancor più difficoltosa. Tuttavia il problema di cui vogliamo parlare oggi non è solo riferito a chi ha difficoltà ad andare di corpo, ma anche a chi va al bagno regolarmente, perchè molto spesso ha problemi ha riuscire a defecare in bagni pubblici o comunque che non siano nell’intimità della propria abitazione, trattenendo così le feci e mettendo in serio pericolo gli organi del corpo. Tutto questo ce lo spiega il dottor Kyle Staller, gastroenterologo statunitense, medico all’attivo presso il General Hospital del Massachusetts. Il dottor Staller, infatti, sostiene che trattenere per molto tempo le feci all’interno del nostro organismo può rendere costipato il nostro corpo e provocare gravi disfunzioni muscolari, portandoci così ad assumere dei lassativi che andrebbero senza ombra di dubbio a stravolgere il metabolismo del nostro corpo. Inoltre, le feci, se non espulse al momento opportuno, tenderanno ad indurirsi, questo a lungo andare porterà il nostro corpo ad avere sempre più difficoltà a espellerle causando così gravi problemi circolatori e cardiovascolari che potrebbero portare alla morte. Non abbiate quindi timore a lasciarvi andare e a seguire i bisogni del vostro corpo.

Federica Ottone