Bimba muore appena nata ma dona gli organi

Hope, la speranza in soli 74 minuti

Hope vive solo 74 minuti e dona gli organi.

Una storia commovente ma non triste quella di Hope, una neonata dal destino segnato, vissuta appena 74 minuti. La piccola, nonostante sia vissuta così poco, è riuscita a lasciare il segno nel mondo donando i suoi reni, organi che per la loro estrema elasticità possono essere trapiantati anche se provengono da una neonata. I genitori hanno fatto appena in tempo a conoscerla e a stringerle la manina e poi le hanno dovuto dire addio: la piccola è deceduta come i medici avevano previsto. La vicenda raccontata dal Daily Mirror si è svolta in Gran Bretagna: i due neo genitori qualche mese prima avevano saputo di essere in dolce attesa di due gemelli, ma la femmina purtroppo aveva una grave malformazione; i dottori avevano consigliato loro l’aborto selettivo ma la coppia ha preferito tenere la piccola, cercando di amarla per quel poco tempo che sarebbe rimasta viva. Nel corso della gravidanza poi Emma e Andrew Lee, questo il nome dei due genitori, hanno deciso di donare gli organi della piccola, certi che questo fosse il gesto giusto per dare senso a una vita brevissima e a quella morte che li avrebbe devastati ma allo stesso tempo aiutati ad andare avanti. Eppure una volta nata la piccola Hope ha conquistato tutti, nonostante i pochi minuti di vita: il padre ha dichiarato che averla vista e averle stretto la mano gli ha riempito il cuore di un’ immensa commozione, l’aver riempito i moduli di autorizzazione di donazione organi prima del parto lo ha rassicurato, in quei brevi momenti non sa se ci sarebbe riuscito. La storia ha fatto il giro del mondo, Hope è oggi è il simbolo della speranza e non si può far altro che sostenere e condividere una scelta così dura come quella di Emma e Andrew.

Barbara Di Castro