Avellino, anziana murata viva in casa

La porta di una donna di Lapio è stata sbarrata con mattoni e calce durante la notte.

Vicini e passanti si sono dati da fare per liberare la porta di casa della signora.

Un’anziana signora della provincia di Avellino ha avuto un insolito risveglio: la sua porta di casa era bloccata da una serie di mattoni e calce asciutta.

Il fatto ha lasciato molto perplessi i vari cittadini di Lapio, ma si mormora che sia stato uno scherzo di cattivo gusto di qualche perdigiorno locale. L’anziana ha cercato aiuto e l’ha trovato in numerosi passanti e vicini che, mossi dalla solidarietà, si sono adoperati attivamente per liberare la sfortunata donna. La signora è incolume, ma si è spaventata per quello che le è accaduto.

L’episodio non è passato inosservato alle autorità della cittadina, che stanno ora indagando sul fatto. I carabinieri sono riusciti a risalire al proprietario dei materiali usati per murare l’anziana signora e ulteriori indagini di accertamento sono in corso.

Anche il sindaco del paese, Natalino Fabrizio, ha espresso la sua opinione riguardo l’accaduto: si è dimostrato sconvolto per il fatto e spera che si tratti semplicemente di un gesto goliardico, in ogni caso fa affidamento sulle capacità degli agenti che si stanno occupando del caso.

Quest’episodio ha avuto uno strano riscontro nella ricevitoria del paese, dove numerosi clienti e giocatori di cabala hanno giocato i numeri della smorfia associato a questo genere di fatto. Forse, pensavano che la disgrazia dell’anziana potesse portare loro fortuna nel gioco del lotto.

Ginevra Orti Manara